Mots-clefs

001_dopo l'addio001 grigio 180

Per dirsi ancora addio (2007)

Sto svenendo
aggrappato lo stesso
alla vita.

Ti ho lasciato infinite volte
pur ossessionato dal tuo dolore
dalla tua rigidità nella penombra.

Mi hai lasciato anche tu
cercando di farlo distrattamente,
senza patemi.

002_moufle 180Perché, si sa, “la vita continua”.

La vita si avvita
scavando ulcere
moltiplicando stomaci,
esofaghi, pancreas.

Scopriamo
(pur nelle nostre
carnali distanze)
che intanto s’è fatto buio
piove sempre, a dirotto
sulle gambe doloranti.

003_douches 180

Ora la vita sono altre storie
le facce nuove
i beati dolori stranieri
scivolanti senza posa
oltre il vetro.

004_boulangerie 180

Ci viene a trovare, la vita
con le sue leggere carezze.

Ci trattano bene
anche se siamo estranei
in questo ultimo ospizio.

Nessuno sa
delle nostre parole
pulsanti di vita.

Dopo l’addio dei corpi
le anime si cercano
affannosamente
per dirsi ancora addio.

Giovanni Merloni

écrit ou proposé par : Giovanni Merloni. Première et Dernière modification 7 avril 2014

TEXTE EN FRANÇAIS

CE BLOG EST SOUS LICENCE CREATIVE COMMONS

Licence Creative Commons

Ce(tte) œuvre est mise à disposition selon les termes de la Licence Creative Commons Attribution – Pas d’Utilisation Commerciale – Pas de Modification 3.0 non transposé.