Mots-clefs

001_1973 Gio_Merloni-Gen 180

La vita è un buffo gioco

La vita è un buffo gioco
la vita è come a scuola
bisogna saper stare
al primo
al secondo, al terzo banco.

La vita è la tua vita
i tuoi fianchi
il corpo mio e il tuo.

L’ideologia eroica
è un’ideologia decadente
il cinismo è spartano
la felicità è una pena da commutare
in una pena minore.

La felicità è improvvisa
come il dolore
e si paga
e bisogna essere preparati.

La vita è una prigione
è un recinto
è un orizzonte
che, al massimo, cambia colore.

Chi pensa di stare
fuori dal recinto
sta andando allo sbaraglio
nessuno gli protegge le spalle.

La vita non accetta
fratelli Bandiera
la vita accetta
chi si accetta.

La vita è rivoluzione
ma ogni rivoluzione
nella vita
riproduce il potere
l’ipocrisia
l’ambiguità
la debolezza
il vuoto.

La vita è una partita a poker
dove vince chi vive di meno
chi sa osservare
gli altri
chi sa schivare le valanghe
i luoghi comuni.

Non c’è posto per l’ottimismo
non c’è posto per il pessimismo
non c’è posto per niente
di esagerato:
ognuno al suo posto
ognuno nel suo recinto
ognuno un piccolo sforzo
ognuno un piccolo Vietnam…

Giovanni Merloni

TEXTE EN FRANÇAIS

Questa poesia è protetta da ©Copyright