Mots-clefs

127_anna_silvana def 180La tenda nera

Ho tolto tutti i fili e le antenne
e il cielo è caduto giù
sono tanto triste
perché non ci amiamo

intanto
il vento mi secca le labbra
gli uomini si calpestano
il treno fischia sull’asfalto
le macchine stridono sulle rotaie

intanto
io cerco mancorrenti nella notte
e soffro per te di vertigini
(per te che non provi piacere a toccarmi)

intanto
la sera scuote nidi di aranci
e tu sfiori con le labbra la mia fronte
controvoglia

intanto
il vento bussa alla porta
e la montagna cade
sotto i nostri piedi

intanto…

Giovanni Merloni

Questa poesia è protetta da ©Copyright