Mots-clefs

mulino a vento_fardellox poésie

Prenderò questi stracci

Prenderò questi stracci
racimolati al buio prima della mattina.
Mi chiuderò nel cuore
queste case questi angoli deserti
e nel petto porterò fotografata la ragazza
sola che ho amato.
Spero che sarà freddo
e il vento scuota le saracinesche.
Perchè l’aria non sia proprio muta
nel silenzio ci saranno dentro i miei passi
che cammineranno i marciapiedi
dietro lasciandosi
sguardi tristi e bagnati.
In quel silenzio
prenderò a poco a poco me stesso
una posizione qualunque
e, nascosto tra le ombre della strada,
canterò e nessuno mi dirà stonato.
Ricorderò due amici, tre,
mentre ridono in una stanza, felici:
quel grido straziante
scenderà a me lungo le righe nere.
Sarò solo così come sono ora.
Forse qualcuno mi ci avrà costretto.
Da solo comincerò quella strada
di terre aride e fiumi;
sui ponti ogni tanto mi incontrerò
quello che ero, e vorrò tornare.
Partirò un giorno
e non mi sentirete
dopo essermi preso
il mio corpo innamorato
racimolato al buio
prima che sia mattina.

Giovanni Merloni

De « Il treno della mente » (« Le train de l’esprit »), Edizioni dell’Oleandro, Rome 2000 — ISBN 88-86600-77-1

Questa poesia è protetta da ©Copyright