Mots-clefs

quercianella plage 180

Lalba entra nel fiume

L’alba entra nel fiume
e il timone la spezza.

Disteso sull’onda di luce
tutt’uno con la barca
il tuo corpo nervoso
si liquefà.

Come mai ti ho portato
e non ho legato un sasso
alla corda e la corda al collo?

Il sole brilla sulle creste
e si alza fumo dalla fabbrica
a picco su rocce cadenti.

Due bocche si baciano
poi si ritraggono
poi si baciano ancora.

Come mai ti ho fatta salire
e non sono ancora morto
ancora morto, col sasso e la corda
nel fondo del fiume?

Giovanni Merloni

Questa poesia è protetta da ©Copyright