Mots-clefs

s'il restait du temps 740

Se ci fosse il tempo (1991)

Se ci fosse il tempo
prima di accogliere la morte
prima di stendermi rassegnato
prima di iniziare il tremendo dialogo
per consolare o eludere me stesso.

Quel tempo non ci sarà mai.
E sarò stato un artista mancato
un oratore emozionato, un giornalista eclettico
un poeta sconosciuto.

La vita mi ha deportato
in stanze strette e fumose dove mi accanivo
in rituali perfezionismi. La vita mia
è stata quella di un isolato che spaziava, indefesso,
in un artificiale ideale congresso.

Da sempre iscritto a parlare
osservo sgomento un podio
dove mi aspetta una quotidiana catarsi.
Io sono stato un fabbricatore di proposte
un veterano di arte provvisoria
un ostinato, un orgoglioso.

Io non ho parlato mai, da quel podio.
Resto invece legato alla poltroncina girevole
alla routine inesorabile.
E i miei frammenti affidati al caso
distruttore o filologo
saranno i piccoli feti, i tanti inutili segnali
di una repressa speranza.

Se ci fosse il tempo
prima di piegarmi nella morte indolore
prima di abbandonarmi fiducioso
al suo racconto cieco, sordo e muto
prima di sprofondare nel tremendo dialogo
per consolare o eludere me stesso.

Giovanni Merloni

De « Il treno della mente » (« Le train de l’esprit »), Edizioni dell’Oleandro, Rome 2000 — ISBN 88-86600-77-1

écrit ou proposé par : Giovanni Merloni. Première publication et Dernière modification 4 mars 2013

TEXTE EN FRANÇAIS : http://wp.me/p2Wcn6-mn

CE BLOG EST SOUS LICENCE CREATIVE COMMONS
licence creative commons copie

Ce(tte) œuvre est mise à disposition selon les termes de la Licence Creative Commons Attribution – Pas d’Utilisation Commerciale – Pas de Modification 3.0 non transposé